martedì 4 giugno 2013

Piada sfogliata

L'azdora sta lì, dietro al suo tulir (tavoliere), la mano infarinata che passa sul matterello e ...tira la sfoglia con una mano. Qualsiasi sfoglia.
I suoi lunghi capelli neri nascondono il viso. I segni del tempo raccontano più degli anni che ha.
Vive sola, nel suo casolare in campagna. E' rimasta vedova da giovane e non si è più risposata.
La domenica da lei è sempre una festa. La tavola imbandita, fiumi di vino nei bicchieri, vociare di bambini che corrono tra i campi seminati da poco e lei che urla: “Burdel sav ciap a v’un dag cu ne sa nisoun” (ragazzi, se vi prendo ve ne do' che non lo sa nessuno)
A giugno, trascorrevo le vacanze dai nonni e spesso andavamo da lei, dopo cena. I grandi giocavano a carte e bevevano vino, le donne a spettegolare sedute intorno al fuoco e noi bambini a giocare a nascondino tra l'odore acre dei filari di uva e la terra umida.
Lei era contenta di avere sempre gente in casa. Ed era ancora più contenta quando alla fine, tutti andavano via e lei chiudendo la porta di casa restava sola con i suoi pensieri. Si metteva lì, accanto alla finestra, guardava fuori fino a quando l'ultima lucina delle case vicine si spegneva e poi andava a dormire.


Te ne sei andata una sera di giugno, di quelle come quella dei miei ricordi. La finestra appena aperta, l'aria calda che smuove la tenda di lino, i grilli intonano una nenia sui rami dei pini. Il tuo capo è appoggiato su una federa bianca, una di quelle ricamate da te...e sorridi.


Azdora...questa ricetta è dedicata a te...non mancava mai sulla tua tavola...











Ingredienti
(per 6 piade)

500 gr farina per piada
50 gr strutto
1 uovo
75 ml latte
125 ml acqua
6 gr sale
4 gr bicarbonato


per sfogliare

50 gr strutto


Procedimento


Mettere la farina sulla spianatoia e fare un cratere al centro. Incorporare il sale, il bicarbonato, l'uovo e lo strutto e cominciare a mescolare. Aggiungere il latte e l'acqua in modo graduale. Impastare con le mani fino a formare una palla che deve risultare morbida ma consistente.
Far riposare l'impasto sulla spianatoia coperto da un canovaccio.



 
Dividere l'impasto in 6 palline di circa 130 gr l'una.
Stendere le palline il più possibile, e spalmare bene sopra 8 gr di strutto per piada.





Arrotolare la piada su se stessa e rigirare il rotolino fino a formare una chiocciola.








Far riposare  per 1 ora le piade arrotolate in frigorifero coperte con della pellicola.
Trascorso il tempo, stendere le piade non tanto sottili, e cuocerle sul "testo" (piano in ghisa ad alto spessore specifico della piada) o su una padella antiaderente. 
Cuocere un minuto per lato. Non bucarla.
Servire calde.




Buon appetito!






2 commenti:

  1. Buonaaaaaaaaaa!!! :)
    Volevo dirti che se passi da me c'è un pensiero per te e il tuo blog!
    Buona serata!
    Vale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm...che dire? Grazie!
      Buona giornata!

      Elimina