giovedì 25 dicembre 2014

BUON NATALE



"Il Natale spesso è una festa rumorosa: ci farà bene stare un po’ in silenzio, per sentire la voce dell’Amore."
                                                                                             Papa Francesco, 23 dicembre 2013 su twitter







venerdì 12 dicembre 2014

Torta integrale zucca e gorgonzola



"La felicità non sta nell'assenza di contrasti ma nell'armonia dei contrasti.
E' questa armonia ad essere costruttiva"
                                                   (Roberto Benigni)


E in questo piatto dunque....c'è un po' di felicità!





 









Ingredienti
(teglia 20x30)

1 rotolo pasta sfoglia integrale
200 gr gorgonzola
1 uovo
200 gr ricotta di pecora
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
q.b. sale



Procedimento

Per cominciare ho lavato e tagliato la zucca a cubetti. L'ho messa su una teglia e l'ho fatta cuocere in forno caldo a 200° per 15 minuti. Una volta cotta l'ho fatta raffreddare.
Nel frattempo ho preparato la base di ricotta mescolando in una ciotola la ricotta scolata e setacciata, l'uovo, il parmigiano e il sale.
Ho srotolato la sfoglia su una teglia, ho cosparso la base di ricotta, poi ho messo i cubetti di zucca alterandoli a cubetti di gorgonzola.
Ho passato in forno caldo a 200° per 30 minuti.
Ho servito caldo ma anche tiepida è molto buona!
Buon appetito!






















































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

venerdì 21 novembre 2014

Pasta con cavolo cappuccio e scamorza affumicata

Ingredienti invernali per un piatto semplice e gustoso.
















Ingredienti


120 gr. pasta corta a piacere
300 gr.cavolo cappuccio
80 gr. scamorza affumicata
50 gr. pancetta affumicata
q.b. olio evo
q.b. sale
q.b. acqua




Procedimento

Per cominciare ho tagliato a listarelle il cavolo cappuccio e l'ho lavato.
In una padella ho versato 3 cucchiai di olio e l'ho fatto scaldare. Ho aggiunto il cavolo e l'ho fatto saltare qualche minuto, poi ho aggiunto mezzo bicchiere d'acqua, ho coperto e ho lascito stufare a fuoco basso fino a cottura. Ci vorranno circa 25 minuti. Ho girato di tanto in tanto ed è stato necessario aggiungere un altro po' d'acqua.
Ho cotto la pasta in abbondante acqua salata. Nel frattempo ho scaldato un padellino antiaderente e vi ho fatto saltare la pacnettasenza aggiunta di nulla. Ho anche tagliato la scamorza a cubetti.
Ho scolato la pasta e l'ho messa nella padella con il cavolo. L'ho fatta saltare qualche istante poi ho aggiunto la scamorza e la pancetta- Ho fatto amalgamare un po' e ho servito.
Buon appetito!































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

lunedì 17 novembre 2014

Zuppa di verza e lenticchie

Primi freddi, prime zuppe a scladare lo stomaco e l'animo.....








Ingredienti
(per due persone)


400 gr verza
200 gr lenticchie piccole
1 porro
50 gr pancetta affumicata (facoltativa)
q.b. olio evo
q.b. sale
1 peperoncino  (facoltativo)


Procedimento

Per cominciare ho tagliato e lavato la verza a listarelle. Ho messo in una pentola 4 cucchiai di olio e il porro tagliato anch'esso a listarelle. L'ho stufato qualche minuto poi ho aggiuno la pancetta. L'ho fatta soffriggere 1 minuto poi ho aggiunto la verza. Dopo 54 minuti circa ho aggiunto le lenticchie e sempre mescolando con un cucchiaio di legno ho aggiunto tanta acqua, possibilmente già calda, da coprire il tutto. Ho tagliato a pezzetti e giunto il peperoncino. Potete anche tagliarlo solo a metà o se non piace il piccante non metterlo.
Ho aggiunto il sale e ho portato a bollore. Ho lasciato cuocere la zuppa per 40 minuti circa. Lelenticchie devono rimanere "al dente" la deve essere abbastanza brodosa. Ogni tanto verificavo la quantità di acqua aggiungendola se necessario.
Una volta cotta, ho servito la zuppa con dei crostoni di pane di segale leggermente tostati.
Buon appetito!




































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

martedì 11 novembre 2014

Composta di cachi piccante




Amo il piccante. E amo la frutta.
Questo...è un matrimonio perfetto!

Da provare con formaggio stagionato tipo pecorino o semplicemente spalmandola su una fetta di pane di segale leggermente tostato e ancora tiepido.











Ingredienti

900 gr pola di cachi
25 gr zucchero di canna grezzo
1/2 bicchiere di vino rosso
1 peperoncino



Procedimento

Lavare ed eliminare la buccia e i semi ai cachi. In un pentolino antiaderente mettere la polpa dei cachi, lo zucchero, il vino e il peperoncino tagliato a pezzetti.
Portare a bollore e lasciar sobbollire a fuoco basso per circa 15/20 minuti. Deve ridursi quasi alla metà. Mettere in barattoli a chiusura ermetica e sterilizzare.
Buon appetito!

































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

giovedì 6 novembre 2014

Panini alla zucca senza lievito

Un ingrediente autunnale. Un ricetta senza lievito per gli intolleranti. Una farina alternativa alla classica. Tutto in un piccolo panino da farcire a piacimento.






















Ingredienti

(per 15 panini circa)

500 gr farina integrale
300 gr zucca (polpa da usare)
50 ml yogurt bianco magro
50 ml acqua frizzante
2 cucchiai di miele d'acacia
4 cucchiai olio evo
2 cucchaini di sale
2 cucchiaini di bicarbonato
2 cucchiaini di curcuma

per dare la forma

q.b. olio



per farcire (per me)

q.b. gorgonzola




Procedimento

Per cominciare ho pulito la zucca e l'ho cotta in forno la zucca fino a farla diventare morbida. A me cisono voluti circa 30 minuti a 180°.
L'ho fatta raffreddare un pò mentre ho messo nella planetaria il resto degli ingrdienti. Ho mescolato tutto velocemente. L'impasto è risultato morbido ma non appiccicoso. Se è troppo umido, dipende dall'acquosità della zucca quindi aggiungete un pò di farina, se invece risulta troppo duro aggiungete un pò d'acqua frizzante.
Poi con le mani unte d'olio ho dato la forma ai paninetti e li ho messi su una teglia da forno coperta di carta forno. Ho cotto a 200° per 35 minuti. Comunque verificate la doratura desiderata.
Buon appetito!



                                                                                                                              































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

lunedì 3 novembre 2014

Torta alla crema catalana

"E' un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita!"
                                                                    (W. Shakespeare)

Facendo questo dolce.....la tentazione è forte!!! 

Un dolce golosissimo e adatto per cominciare Novembre.....









Ingredienti

per la torta
(teglia 20 cm)

160 gr margarina
240 gr zucchero di canna grezzo
270 gr farina
100 gr latte
16 gr  lievito per dolci
2 uova intere

per la teglia

q.b. burro
q.b. zucchero di canna grezzo

per la bagna

1 bicchiere di acqua
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di essenza di vainiglia


per la crema catalana

 4 tuorli
300 ml di latte intero
300 ml di panna
2 cucchiaini di essenza di vaniglia
50 gr maizena
80 gr zucchero semolato

scorza di un limone



per decorare

q.b. zucchero di canna grezzo




Procedimento

In una ciotola ho mescolato con le fruste la margarina con lo zucchero. Poi ho aggiunto le uova una alla volta facendole amalgamare bene. Poi ho setacciato la farina e il lievito; infine ho aggiunto il latte freddo. Ho messo il composto ottenuto in una teglia precedentemente imburrata e zuccherata con zucchero di canna grezzo.
L'ho infornata a 180° per 35 minuti. Per verificare la cottura utilizzate uno stuzzicadenti, se ne esce pulito e asciutto è pronta altrimenti fatela cuocere altri 4/5 minuti.
Sfornatela e fatela raffreddare bene.
Nel frattempo ho preparato la bagna mettendo in un pentolino un bicchiere di acqua e due cucchiai di zucchero. Ho portato a bollore per un paio di minuti e ho tolto dal fuoco. Ho aggiunto l'essenza di vaniglia. Ho tenuto da parte e fatto raffreddare.
A questo punto ho preparato la crema catalana versano il latte e la panna in un pentolino, ho aggiunto l'essenza di vaniglia e la scorza del limone e ho portato a bollore.
In un'altra ciotola ho mescolato lo zucchero con i tuorli e ho incorporato la maizena. Ho versato a filo il latte al composto di uova, ho rimesso sul fuoco e, mescolando con un cucchiaio di legno ho fatto cuocere per 4/5 minuti circa. Ho versato la crema in una ciotola e l'ho messa in frigo.
Ho ripreso la torta ormai fredda. L'ho tagliata e ho bagnato entrambe le metà con la bagna. Poi ho farcito con la crema catalana ormai addensata e raffreddata.
Per la decorazione ci sono due metodi:
Metodo 1: ho cosparso la torta con zucchero di canna grezzo e con l'aiuto di un caramelizzatore ho fatto fondere lo zucchero fino a formare uno strato croccante.
Metodo 2: mettere lo zucchero di canna grezzo in uno strato spesso su una teglia coperta di carta forno dandogli la forma di un cerchio e poi passando al grill caldo per 5/6 minuti. Far raffreddare e staccare delicatamente dalla carta forno e mettere la lastra ottenuta sulla torta.
Buon appetito!!



































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest






venerdì 24 ottobre 2014

Torta al cioccolato e....ripresa del sentiero



"Cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia."
                                                                    (Heinz Beck, L'ingrediente segreto, 2009)



"L'arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è."
                                                                                                               (Paul Klee)


E a volte come ogni forma d'arte, il cucinare è soggetto ad ispirazione, e l'ispirazione non è sempre immediata e quotidiana. Servono a volte pause, pause in cui fermarsi e lasciare che nel giusto tempo, nel giusto momento, l'onda riprenda il suo corso, con la giusta forza.
Riprendere il sentiero....che a volte sembra smarrito.
Qualche giorno fa è stato il mio compleanno ma quando si è grandi si perdono un po' i motivi per festeggiare!
Però un dolce, quello lo faccio sempre e lo porto al lavoro e sempre in sordina....lo offro e un po' festeggio. Quest'anno con i piccoli è stato piacevole e ho scelto una torta che per me è un "classico" e per loro è stato un successo. 
E' un "classico" perché è la torta che per anni ho scelto come torta per il mio compleanno. Una torta total black, totalmente al cacao fuori e dentro. 











Ingredienti
(teglia da 20 cm)


160 gr margarina
240 gr zucchero
240 gr farina
50 gr cacao amaro
2 uova
100 gr latte
1 bustina lievito per dolci

per la bagna

q.b. liquore crema cacao (facoltativo)
q.b. acqua
q.b. zucchero

per la farcia

70 gr margarina
70 gr zucchero
70 gr cacao amaro
7 cucchiai di latte  (110 ml circa)

per decorare

q.b. cacao amaro



Procedimento

In una ciotola ho mescolato con le fruste la margarina con lo zucchero. Poi ho aggiunto le uova una alla volta facendole amalgamare bene. Ho setacciato il cacao e ho continuato a mescolare. Poi è stata la volta della farina e del lievito sempre setacciati ed infine ho aggiunto il latte freddo. Ho messo il composto ottenuto in una teglia precedentemente imburrata e infarinata. Per una versione più golosa si più inburrare e zuccherare! L'ho infornata a 180° per 35 minuti. Per verificare la cottura utilizzate uno stuzzicadenti, se ne esce pulito e asciutto è pronta altrimenti fatela cuocere altri 4/5 minuti.
Sfornatela e fatela raffreddare bene.
Nel frattempo ho preparato la bagna mettemdno in un pentolino un bicchiere di acqua e due cucchiai di zucchero. Ho portato a bollore erp un paio di minuti e ho tolto dal fuoco. Ho aggiunto mezzo bicchiere di liquore. Ho tenuto da parte e fatto raffreddare.
Ho preparato poi la farcia mettendo in un pentolino la margarina, lo zucchero, il latte e il cacao setacciato. Ho portato a bollore mescolando con un cucchiaio di legno e ho tolto dal fuoco e lasciato raffreddare. Se dovessero essersi formati grumi, passate la crema ottenuta con un colino.
Ho ripreso la torta ormai fredda. L'ho tagliata e ho bagnato entrambe le metà con la bagna. Poi ho farcito con la crema al cacao e ho decorato con la polvere di cacao.
Questa torta è molto più buona....il giorno dopo!
Buon appetito!




Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest





















martedì 22 luglio 2014

Barrette al limone


Un dolce veloce e semplice da realizzare dal sapore fresco.

"L'ultimo bacio 
mia dolce bambina 
brucia sul viso
come gocce di limone"
                   ( Carmen Consoli)

    










 



Ingredienti
(per una teglia)

per la base

470 gr farina
235 gr burro freddo
115 gr zucchero
un pizzico di sale


per la glassa

350 gr zucchero
80 gr farina
4 uova
2 limoni (succo)
un pizzico di sale

per guarnire

zucchero a velo



Procedimento


Per iniziare ho mescolato con il mixer la farina, il burro freddo, lo zucchero e il pizzico di sale per fare la base. Li ho mescolati per un minuto lasciando la consistenza molto granulosa. Ho messo il composto ottenuto sulla teglia del forno e l'ho livellato e schiacciato con il dorso di un cucchiaio.
Ho messo in forno caldo a 180° per 30 minuti.
Nel frattempo ho preparato la glassa mescolando tutti gli ingredienti insieme per qualche minuto. Poi ho lasciato il composto riposare per circa 15 minuti.
Trascorso il tempo di cottura della base, ho tirato fuori dal forno la teglia, ho riacceso le fruste e mescolato la glassa ancora per un minuto. Ho cosparso la glassa sulla base cotta e ho rimesso in forno per ancora 20 minuti.
Trascorso il tempo e raggiunta una buona doratura, ho tolto la teglia dal forno, l'ho lasciata raffreddare bene e con un coltello ho dato forna alle barrette. Le ho cosparse di zucchero a velo e le ho servite fredde.
Buon appetito!






Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest



giovedì 10 luglio 2014

Cannoli di carne




Un antipasto sfizioso, un secondo veloce.......per una cena informale al fresco di questa estate.

"La dichiaro in arrosto!"
"Ma ce l'ha il mandato di cottura?"




 





Ingredienti
(per 12 cannuoli)

1 ritolo pasta sfoglia
300 gr carne macinata mista
250 gr ricotta fresca mista (mucca e pecora)
1 uovo
100 gr pane raffermo
2 cucchiai di latte
q.b. sale
3/4 foglie di basilico
qualche seme di cumino




Procedimento

Per cominciare ho messo il pane in ammollo con il latte per qualche minuto.
In una ciotola ho raccolto gli altri ingredienti: la carne, la ricotta, l'uovo, il basilico spezzettato, i semi di cumino. Ho aggiunto il pane ben strizzato. Ho salato e ho cominciato a lavorare bene con le mani fino ad ottenere un impasto ben amalgamato.
Ho formato delle piccole salsicce.
Ho tagliato la pasta sfoglia in listarelle e con queste ho arrotolato le salsicce di carne.
Ho passato in forno caldo a 180° per 25 minuti o comunque fino a farle diventare dorate.
Le ho servite calde accompagnandole da un'insalata mista e della senape.
Buon appetito!









lunedì 16 giugno 2014

Maionese senza uova

Vista, studiata, provata, assaggiata, gustata e...postata!
Una ricetta velocissima per accompagnare fresche serate d'estate....



  


Ingredienti

(per una ciotola)

100 ml latte di soia non zuccherato
240 ml olio di semi (io ho usato un olio di semi di cereali e frutta)
1 cucchiaino di succo di limone
1 cucchiaino di senape in polvere
1 cucchiaio di curcuma
q.b. sale (secondo i gusti)



Procedimento

In un frullatore ad immersione ho messo il latte freddo di frigorifero, il succo di limone, la senape, la curcuma e un pizzico di sale. Ho cominciato ad emulsionare e a filo ho aggiunto l'olio. Ho continuato ad emulsionare fino a che la salsa non si è rappresa raggiungnendo la consistenza della maionese "vera". Ho aggiustato di sale, ho mescolato un altro po', l'ho messa in frigo fino al momento di servirla. Si può conservare in frigo per qualche giorno.
Buon appetito!

                                                                                                                                                                                        



























Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest


lunedì 9 giugno 2014

Macarons all'ananas


Un dolce fresco e inaspettato per una coccola estiva al palato!


"Riusciamo a comprendere il miracolo della vita solo quando lasciamo che l'inatteso accada."
                                           (Paulo Coelho, Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto, 1994)







  


 


Ingredienti
(per 2 tappetini da 48 macarons)

100 gr zucchero semolato
100 gr zucchero a velo
100 gr farina di mandorle
75 gr albume a temperatura ambiente
25 ml acqua
1/2 bacca di vaniglia
q.b. colorante alimentare gel giallo


Ripieno

100 gr burro ammorbidito
100 gr zucchero a velo
1 tuorlo

50 ml succo d'ananas fresco (due fette circa)
q.b. colorante alimentare gel giallo


Procedimento

Per prima cosa ho setacciato la farina di mandorle con lo zucchero a velo. Poi ho messo a sciogliere in un pentolino lo zucchero semolato con l'acqua. Nel frattempo ho messo nella planetaria 37,5 gr di albumi e ho cominciato a sbattere. Ho fatto cuocere lo sciroppo fino a raggiungere la temperatura di 118°. L'ho aggiunto agli albumi ormai a neve ferma e ho aggiunto il colorante giallo fino alla sfumatura di giallo che volevo fare. Ho continuato a sbattere la meringa fino a che non si è raffreddata. Ci vorranno circa 10/12 minuti.
In una ciotola ho messo il mix di farina e zucchero, i semi di vaniglia e ho aggiunto i restanti 37,5 gr di albume e ho mescolato con un cucchiaio di legno fino a formare un impasto non troppo morbido. Ho aggiunto un cucchiaio di meringa gialla fredda e ho continuato a mescolare con una spatola di gomma, aggiungendo pian piano tutta la meringa. 
Ho amalgamato bene, ho messo il composto in una sac à poche e ho riempito il tappetino per macarons ma se non si ha va bene una teglia coperta di carta forno l'importante è lasciare la giusta distanza perché in cottura si allargano un pò.
Li ho fatti riposare sulla teglia per 30 minuti poi li ho passati in forno caldo ventilato a 160° per 10 minuti. Poi ho spento il forno e ho lasciato lo sportello aperto ancora per 2 minuti, poi ho tolto i macarons dal forno e ho fatto raffreddare bene prima di staccarli dal tappetino o dalla teglia. 
Poi ho frullato le fette d'ananas e passando al setaccio la purea ottenuta, fino ad ottenere la quantità di succo necessaria; l'ho tenuto da parte. A questo punto ho preparato la crema mescolando in una ciotola con le fruste elettriche il burro ammorbidito, lo zucchero, il tuorlo, il succo di ananas eun po'  di olorante giallo da ottenere la gradazione desiderata. Con l'aiuto di una sac à poche ho farcito i macarons ormai freddi.
Quelli farciti li ho conservati in frigo in una scatola di latta. Quelli senza farcitura li ho conservati fuori dal frigo sempre in una scatola di latta.
Buon appetito!











Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest








martedì 3 giugno 2014

Verdure in salsa di soia


Piatto veloce, leggero e perfetto per accompagnare qualsiasi cosa: carne, pesce, uova o formaggio.
E se usate i bastoncini per mangiarle...sarete catapultati in...atmosfere orientali!

"Se tu mi dai una moneta e io ti dò una moneta,
ciascuno di noi se ne andrà via con una moneta.
Se tu mi dai un'idea e io ti dò un'altra idea,
ciascuno di noi se ne andrà via con due idee."
                                                           (Proverbio cinese)
=t:221>











Ingredienti
(per due persone)

1 carota media
1 porro
1 zucchina media
1 manciata di funghi secchi
q.b. sale
q.b. olio evo
q.b. salsa di soia




Procedimento

Per cominciare ho messo i funghi secchi in una ciotola con dell'acqua calda. Poi ho pelato la carota. Ho eliminato la parte verde scusa del porro e ho lavato tutte le verdure. Leho poi tagliate a julienne grossa...a bastoncini per intenderci. Nel frattempo ho messo dell'acqua a bollire in una pentola larga. L'ho salata leggermente e ho sbollentato tutte le verdure per 2 minuti. Le ho scolate delicatamente e le ho passato lo scolapasta velocemente sotto l'acqua fredda per bloccare la cottura delle verdurine.
Ho scolato i funghi, li ho sciacquati bene sotto l'acua corrente e li ho tagliati in listarelle.
In una padella antiaderente ho scaldato un cucchiaio d'olio, ho messo le verdure e i funghi, ho irrorato con un filo di salsa di soia e ho fatto saltare le verdure per 1 minuto.
Ho servito caldissimo e...croccantissimo!
Buon appetito!

 































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

sabato 31 maggio 2014

Pancakes con farina d'avena dolci


Quando faccio una ricetta....la provo in vari modi, inverto i sapori e cerco gli abbinamenti più contradditori.Versione dolce di una ricetta postata qualche tempo fa: mini pancakes con farina d'avena accompagnati da fragole e sciroppo d'acero.
Freschi e dolci al punto giusto!
Ed in questa mattina di fine maggio uggiosa.....ci stanno a pennello!



































Ingredienti
(per 15 pancakes)

500 ml acqua
170 gr farina d'avena
20 gr burro sciolto
10 gr zucchero
1 pizzico di sale


per accompagnare


q.b. fragole fresche
q.b. sciroppo d'acero




Procedimento

Per cominciare ho messo la farina d'avena in una ciotola. Ho aggiunto il sale, lo zucchero e il burro. Poi ho cominciato a versare a filo l'acqua e ho mescolato con una frusta per non far formare grumi.
Ho scaldato una padella antiaderente e con l'aiuto di un mestolo ho versato l'impasto. Nella mia padella riuscivo a cucinarne 4 per volta.
Li ho fatti cuocere 4 minuti per lato, poi li ho tolti dal fuoco e li ho tenuti al caldo.
Li ho serviti con delle fragole fresche a pezzettini e irrorati di sciroppo d'acero.
Buon appetito!
















Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest


venerdì 23 maggio 2014

Barrette al cioccolato con riso soffiato


Ricetta super veloce da fare e....da mangiare... per bambini piccoli e bambini grandi!









Ingredienti
(per 9 barrette)

150 gr cioccolato fondente
20 gr riso soffiato


Procedimento


Per cominciare ho messo a sciogliere a bagnomaria il cioccolato.
Quando si è sciolto bene, ho tolto dal fuoco, e l'ho fatto raffreddare qualche minuto.
Ho aggiunto il riso soffiato e ho mescolato con un cucchiaio.
Ho riempito uno stampo in silicone con formine rettangolari, facendo colare il coccolato con il riso soffiato fino ad un'altezza di 1,5 centimetri.
Ho messo lo stampo in frigorifero per 6 ore.
Trascorso il tempo....le ho servite!

N.B. Se non avete lo stampo a formine rettangolari, potete usare anche una teglia coperta di carta forno. E dopo averlo fatto indurire in frigo potete tagliare le barrette con un coltello della misura desiderata.



































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

sabato 17 maggio 2014

Mousse "Rossana"

Rossana?
Chi è....Rossana?
Rossana...no non è una mia amica, non è nemmeno la signora che abita al piano di sopra.
Rossana è.....l'unica, inimitabile, miscuglio di sapori in una piccola dura ma cremoso caramella!
Sì...lo so, sto facendo una pubblicità spudorata. Non l'ho mai fatto. Ma quando il gusto trasmette certe sensazioni...non si può non riconoscere qualcosa di così evidente e straordinario.
Non amo e non ho mai amato molto le cose dolci, le caramelle e i cioccolatini. Ma questa caramella.....questa era ed è l'unica che...ogni tanto mi piace comprare!

E chi se ne intende, ricorderà anche lo slogan:

"Le rosse rossana rosseggiando qua e là ingolosiscono i golosi con la loro rossa golosità!"








 Ingredienti
(per 4 porzioni)

150 gr caramelle rossana
250 gr panna
2 gr colla di pesce o 5 gr di maizena


Procedimento

Per prima cosa ho messo in acqua fredda il foglio di colla di pesce. Poi ho scartato le caramelle e le ho messe in un pentolino con 100 gr di panna. Ho acceso il fuoco molto basso e mescolando ho fatto scogliere il tutto. Ho portato a bollore e ho aggiunto la colla di pesce strizzata o la maizena. Ho mescolato velocemente, facendo sobbollire 20 secondi circa poi ho tolto dal fuoco e ho fatto raffreddare bene.
In una ciotola ho messo la restante panna (150 gr) e l'ho montata.
L'ho incorporata delicatamente al composto di caramelle e ho riempito dei bicchierini.
Ho messo i bicchierini in frigo per 6 ore, poi li ho serviti.
Buon appetito!

 








































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest




lunedì 12 maggio 2014

Pancakes all'avena con asparagi e formaggio fresco


Primavera....ben arrivata!
Rientro dopo un periodo "impegnativo": qualche acciacco, turni di lavoro ballerini e qualche giorno di meritato riposo.
Ma eccovi una ricetta con ingredienti di stagione e salutari: dei piccoli pancakes con farina d'avena accompagnati da formaggio fresco e asparagi...
Ottimi come aperitivo o come spuntino.















 


Ingredienti
(per 15 pancakes)

500 ml acqua
170 gr farina d'avena
4 cucchiai di olio evo
1/2 cucchiaino di curcuma
1 pizzico di sale

per accompagnare

5 asparagi lessi
q.b. formaggio spalmabile
q.b. olio
q.b. sale




Procedimento

Per cominciare ho messo la farina d'avena in una ciotola. Ho aggiunto il sale, la curcuma e l'olio. Poi ho cominciato a versare a filo l'acqua e ho mescolato con una frusta per non far formare grumi.
Ho scaldato una padella antiaderente e con l'aiuto di un mestolo ho versato l'impasto. Nella mia padella riuscivo a cucinarne 4 per volta.
Li ho fatti cuocere 4 minuti per lato, poi li ho tolti dal fuoco e li ho tenuti al caldo.
Li ho serviti con del formaggio spalmabile e gli asparagi lessi tagliati a rondelle e conditi con un filo d'olio e un pizzico di sale.
Buon appetito!




























Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

domenica 20 aprile 2014

Pastiera napoletana nel bicchiere

"Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia
legalo con l’intelligenza del cuore.
Vedrai sorgere giardini incantati
e tua madre diventerà una pianta
che ti coprirà con le sue foglie.
Fa delle tue mani due bianche colombe
che portino la pace ovunque
e l’ordine delle cose.
Ma prima di imparare a scrivere
guardati nell’acqua del sentimento."

                                   (Alda Merini)

E come le mani di un bambino che compone e ricompone con le costruzioni....che disfa e rifà un puzzle....ecco a voi un'idea di pastiera napoletana "scomposta" e messa nel bicchiere.
Non me ne vogliano i "puristi"....


E...buona Pasqua a tutti

 




Ingredienti
(per 6 shot)


per la pasta frolla

150 gr farina
50 gr zucchero semolato
75 gr burro
1 uovo
1 cucchiaio di essenza di vaniglia
1 pizzico di sale

per la crema

1 uovo
250 ml latte
20 gr amido di mais
25 gr farina
40 gr zucchero semolato
1 limone biologico (ci servirà la buccia)
200 gr ricotta di pecora
25 ml acqua di fiori d'arancio
1 cucchiaio di cannella


per il grano "croccante"

200 gr grano precotto
80 gr zucchero semolato


per la finitura
agrumi disidratati a pezzettini


Procedimento

Per cominciare ho preparato la pasta frolla mescolando su un piano la farina con lo zucchero e il sale. Ho aggiunto il burro a pezzettini e con le mani l'ho "sbriciolato" con la miscela di zucchero e farina.
Ho fatto una fontana al centro dove ho messo l'uovo, l'essenza di vaniglia e ho mescolato velocemente fino a formare una palla. L'ho coperta con della pellicola e l'ho messa in frigo per circa 1 ora.
Trascorso il tempo ho preso la pasta e l'ho stesa su di un piano infarinato fino allo spessore di 5 millimetri circa. La forma che assume non ha importanza, rotonda, quadrata, rettangolare, informe...l'importante è lo spessore uniforme. Ho messo la "sfoglia" ottenuta su una teglia coperta di carta forno e l'ho cotta in forno già caldo a 180 per 25 minuti circa. E' pronta quando i bordi cominciano a scurirsi. L'ho tolta dal forno e l'ho lasciata raffreddare bene.
A questo punto ho preparato la crema pasticcera mescolando lo zucchero con la farina e scaldando il latte in un tegamino in cui avevo già messo la scorza del limone.  Al composto di farina e zucchero ho aggiunto l'uovo e l'ho sbattuto un po'. Al bollore del latte l'ho aggiunto al composto mescolando velocemente e rimettendo il tutto nel tegamino e sul fuoco dolce. Sempre mescolando con un cucchiaio di legno o una frusta l'ho scaldato fino a vedere le prime bollicine. L'ho tolto dal fuoco e l'ho lasciata raffreddare bene.
A questo punto ho setacciato la ricotta e l'ho mescolata in una ciotola con l'acqua di fiori d'arancio e la cannella. Ho aggiunto la crema pasticcera ormai fredda.
Per il grano "croccante" ho messo in un pentolino lo zucchero e l'ho portato a 145°. Ho tuffato il grano precotto e ho mescolato per far amalgamare bene il caramello. Ho tolto dal fuoco e l'ho steso su un piano di marmo per farlo raffreddare bene. Una volta freddo l'ho mescolato alla crema di ricotta.
Componiamo il bicchiere: sotto mettiamo la pasta frolla rotta in pezzi e briciole, poi due cucchiai di crema di ricotta profumata ai fiori d'arancio e cannella e sopra sparsi qualche cubetto di agrumi disidratati.
Buon appetito!





Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest










lunedì 7 aprile 2014

Cheesecake al caramello




"Si sa che il lavoro ha sempre addolcito la vita: il fatto è che non a tutti piacciono i dolciumi"  
                                                                                                                                                             (Victor Hugo)



E a voi...piacciono i dolci?
Buona settimana...




 

 

Ingredienti
(per una tortiera di 20 cm.)

per la base

200 gr biscotti secchi
80 gr burro
1 pizzico di sale

per la crema

200 gr crema al caramello ottenuta con latte condensato
100 gr formaggio spalmabile
20 gr panna fresca
4 gr colla di pesce in fogli

per la salsa

197 gr crema al caramello ottenuta con latte condensato
2 cucchiaino caffè solubile decaffeinato
30 gr panna fresca


Procedimento

Per cominciare ho preparato la crema di caramello. Ho messo un pentolone di acciaio colmo di acqua sul fuoco e l'ho portato a bollore. A quel punto ho messo dentro la lattina di latte condensato. Se è di quello con l'etichetta di carta toglierla così si eviterà di farla incollare alla pentola. Da questo momento dovete farla sobbollire per 2 ore. 
Trascorso il tempo scolate la lattina e lasciatela raffreddare bene. Una volta fredda apritela e...voilà ecco la crema al caramello pronta per essere utilizzata.
Dopo aver messo a bollire la lattina ho preparato la base della cheesecake facendo sciogliere il burro in un pentolino e sbriciolando i biscotti. In una ciotola ho poi mescolato i biscotti, il burro fuso e il pizzico di sale. 
Ho foderato di carta forno una tortiera con cerniera di 20 cm. e ho messo il composto di biscotti. Con l'aiuto di un bicchiere ho pressato bene il composto. Ho messo la tortiera in frigorifero per circa 1 ora.
Per la crema ho messo ad ammorbidire la colla di pesce in una ciotola con dell'acqua e ho scaldato la panna. Ho sciolto la colla di pesce nella panna e l'ho mescolata in una ciotola alla crema al caramello e al formaggio. Ho amalgamato bene.
Ho ripreso la base ormai indurita e ho versato la crema. Ho rimesso in frigo per 24 ore.
Ho preparato la salsa facendo scaldare la panna e sciogliendovi dentro il caffè solubile. Ho aggiunto la crema al caramello, ho amalgamato bene e l'ho versata sulla cheesecake ormai rappresa. Ho rimesso in frigo fino al momento di servirla. L'aggiunta del caffè solubile non altera il gusto del caramello ma gli conferisce un gusto più "amaro" che costrasta il dolce della crema.
Buon appetito!






































Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest

lunedì 31 marzo 2014

Strozzapreti con zucchine in salsa di pesto

Mi piace la pasta fresca. E mi piace molto questo formato e il suo nome: gli strozzapreti.
Sono tipici della Romagna e delle vicine Marche. Nasce come pasta povera, fatta in casa, che usa ingredienti semplici ma che richiede una discreta manualità per la sua lavorazione.
La sfoglia tirata col mattarello abbastanza spessa, viene tagliata a striscioline di circa 1-1.5 cm di larghezza. A loro volta le strisce vengono tagliate a circa 5 cm di lunghezza e lavorate manualmente una ad una. 
L'etimologia del nome è sconosciuta, anche se a me piace dare credito alle varie leggende create per spiegare l’origine del nome. Una di queste si rifà alla tradizione secondo cui le donne romagnole preparavano questo tipo di pasta per offrirla al prete del paese, mentre i mariti, di estrazione evidentemente più anticlericale, auguravano al prete di “strozzarsi” mentre si abbuffava della minestra. 
Un'altra tradizione molto diffusa in Romagna vuole che tale tipo di pasta senza uova venisse preparata quando la massaia (l'azdora) rimaneva senza uova perché il prete se le era portate via tutte. Ricordiamoci che la Romagna era sotto il dominio dello Stato Pontificio e i tributi venivano riscossi dal clero. La massaia, quindi, mentre impastava la farina con l'acqua si augurava che il prete si strozzasse mentre mangiava le uova con le quale lei avrebbe dovuto fare la pasta per la sua famiglia.
Comunque.....questa volta li ho conditi con una salsa "primaverile"...







Ingredienti
(per due persone)


200 gr pasta fresca formato strozzapreti
2 zucchine piccole bianche
200 gr panna fresca
150 gr pesto di basilico



Procedimento

Per cominciare ho lavato e tagliato le zucchine a bastoncini.Poi ho messo in una padella la panna fresca e il pesto.
Ho messo a bollire in una pentola abbondante acqua. L'ho salata e ho messo le zucchine. Dopo 2 minuti dal bollore ho messo anche gli strozzapreti e li ho fatto bollire per altri 3 minuti. A me la pasta piace molto al dente quindi per i tempi di cottura regolatevi voi. Le zucchine non devono cuocere più di 5 minuti altrimenti si "spappolano".
Nel frattempo ho fatto scaldare la salsa al pesto. 
Ho scolato la pasta e le zucchine e le ho fatte mantecare nella salsa per un minuto.
Ho servito caldissimo.
Buon appetito!


 






Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette? Seguimi.....mi trovi qui:


Blogger

Bloglovin

Google

Facebook

Pinterest





mercoledì 26 marzo 2014

Premio


Paola del blog La dolce cucina di Paola, mi ha individuata per questo premio:






Ringrazio e seguo le "istruzioni per proseguire":



1) per accettare il premio é necessario mostrare l'award sul proprio blog
2) ringraziare il/la blogger che ci ha nominato
3) nominare altri 15 blog
4) inserire il link dei blog che abbiamo nominato in un post nel nostro profilo e comunicarlo personalmente con un messaggio 
5) scrivere 7 cose su di noi


Le 7 cose che vi dico di me:


1. E' sempre un po' diffcicile per me "raccontarmi": sono un tipo abbastanza riservato e silenzioso. Comunico meglio "attraverso" ciò che sono e ciò che faccio.

2. Sono e faccio l'educatore da molti anni, sempre in situazioni difficili e ai margini. Situazioni che nel tempo mi hanno arricchita molto come persona e come professionista ma che mi hanno imposto una salutare e delicata distanza necessaria alla sopravvivenza in certi ambienti. Si lo so...forse sono un pò criptica.

3. La cucina è uno di quei luoghi in cui mi sento libera di esprimermi senza remore, senza freni e senza costrizioni...La cucina come luogo di libertà, dove gli ingredienti si incontrano e si ritrovano a far nascere...in infinite combinazioni...infinite espressioni.

4. Il blog è arrivato dopo tempo...tanto tempo... dalla voglia di avere uno spazio/vetrina di condivisione e di scambio. Ma finalmente....è arrivato!  Il mio blog rappresenta una parte di me. Ed è già per me un grande passo...esserci. E chiunque ci arrivi...in un modo o nell'altro...è sempre il benvenuto!

5.Sono un pò scettica su queto tipo di "premi": decisi e concessi da blogger "alla pari" ma...per me sono sempre stati un ottimo modo per avere la possibilità di scovare, conoscere, apprezzare e valorizzare altri blog, altre storie, altre vite, altre esperienze!

6. Ho diversi hobbies....che ultimamente sto riuscnedo a tenere vivi....la mia creatività non la esprimo solo in cucina...
  
7. E per ultima  una citazione: 
  "Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni". (Toto' in "Toto' al Giro d'Italia").


I blog che nomino sono:

1. Un filo d'erba cipollina
2. Un dejeuner de soleil
3. Babs (r)evolution
4. Profumi in cucina
5. L'aroma del caffè
6. Il gatto ghiotto
7. Scorza d'arancia
8. Anna the Nice
9. My taste for food
10. Fragole a merenda
11. La cuoca imperfetta
12. Una finestra di fronte
13. La barchetta di carta di zucchero
14. Q.C.ne
15. La cucina spontanea